20€ off on SILVER, GOLD and PLATINIUM passes, only until November 25th 2022!

Leoni marini della Patagonia

Area tematica:  Rocher des otaries
Nome scientifico:  Otaria byronia
Classe:  Mammiferi
Ordine:   Carnivori
Sottordine:   Pinnipedi
Famiglia:   Otaridi
Continente:  Sud America
Habitat:  Habitats marins côtiers et rockeries
Alimentazione:  Piscivore
Peso:  130 - 350 kg
Dimensione:  1.5 - 2.6 m
altphoto
Info Covid
Programma europeo Ex-situ (EEP)

Programma europeo Ex-situ (EEP)

La specie, come spesso accade per i leoni marini, mostra un marcato dimorfismo sessuale. I maschi sfoggiano una criniera che gli vale il nome comune di "leone marino".

 

CARATTERISTICHE

La specie, come spesso accade per i leoni marini, mostra un marcato dimorfismo sessuale. Il maschio può raggiungere i 2,6 m e pesare tra i 300 e i 350 kg. Ha una grande criniera, da cui prende il nome comune.  Raggiunge la maturità sessuale tra i 4 e i 7 anni, ma sarà davvero in grado di difendere il suo territorio solo intorno ai 9-11 anni.  La femmina può raggiungere 1,5-2 m di lunghezza per 130-170 kg.  È sessualmente matura tra i 4 e i 5 anni.  Alla nascita, il cucciolo pesa tra i 10 e i 15 kg per una lunghezza di 75-85 cm. La longevità stimata è di 20 anni.

 

DISTRIBUZIONE

Il leone marino della Patagonia si trova lungo gran parte delle coste del Sud America. Il suo areale si estende dal Perù settentrionale a Capo Horn e sulla costa orientale fino al Brasile meridionale.

 

HABITAT

Sfrutta principalmente le zone costiere e la piattaforma continentale; raramente si avventura in acque più profonde.

.

ECOLOGIA E COMPORTAMENTO

Questa specie è piuttosto sedentaria e poligama. L'harem è generalmente composto da un maschio per ogni 4-10 femmine. Questo esemplare arriva sulla spiaggia circa due settimane prima delle femmine.  Difende il suo territorio in due modi diversi a seconda della topografia dell'area: o la spiaggia ha angoli e fessure e il maschio blocca l'uscita delle femmine o l'ingresso dei concorrenti con versi, posture e combattimenti.  O la spiaggia è una lunga striscia di terra/sabbia e la strategia del maschio sarà quella di tenere le femmine lontane dall'acqua percorrendo l'area tra l'oceano e la spiaggia.  Due o tre giorni dopo il loro arrivo, le femmine partoriscono i piccoli che hanno portato in grembo per un anno.  Sei giorni dopo il parto, ovulano e si accoppiano di nuovo.  Poi iniziano ad alternare da 1 a 4 giorni in mare per la caccia,  con 2 giorni a terra per l'allattamento, fino a quando il cucciolo ha tra gli 8 e i 10 mesi.

 

CIBO

Il leone marino della Patagonia è un animale opportunista; consuma un'ampia varietà di pesci a seconda dell'area in cui vive.  Un maschio di grandi dimensioni può anche cibarsi di giovani elefanti marini o di giovani otarie con la pelliccia sudamericane (una specie più piccola dell'otaria con criniera).

 

PREDATORI

Orche, squali, foche leopardo

 

MINACCE

In seguito a diverse centinaia di anni di sfruttamento da parte dell'uomo per la pelliccia e l'olio, la popolazione di leoni marini della Patagonia è diminuita notevolmente. Oggi, l'abbattimento volontario da parte dei pescatori, o le catture accidentali nelle reti a strascico , continuano a ridurre notevolmente il numero di esemplari, soprattutto intorno alle Isole Malvinas (Falkland), dove si pratica la pesca intensiva.

 

COSA POSSIAMO FARE?

Promuovere una pesca ecologicamente responsabile.

Preservazione
Estinto
Estinto in natura
In pericolo critico
In pericolo
Vulnerabile
Vicino alla minaccia
Minima preoccupazione
Dati carenti
Non valutato

LO SAPEVATE?

Ogni anno, tra febbraio e marzo, la Penisola di Valdes in Argentina è teatro di impressionanti scene di caccia. I cuccioli di leone marino della Patagonia si riuniscono in un nido quando le loro madri vanno a caccia in mare.