I pinguini manchot

Il vostro biglietto d’ingresso al parco vi permette di scoprire liberamente i pinguini di Humboldt durante tutta la gi

Eventi interessanti

Manchot o pinguino, che cosa li differenzia? I pinguini vivono esclusivamente nell’emisfero Nord.

Marineland ospita diverse specie di pinguini

Marineland ospita diverse specie di pinguini: i pinguini reali (Aptenodytes patagonica), i pinguini di Humboldt (Spheniscus humboldti) e i pinguini saltatori(Eudyptes chrysocome filholi).

I pinguini manchot

Il pinguino ha perso la capacità di volare coll’avanzare dell’evoluzione, e ormai utilizza le sue ali come delle pinne. Rapidissimo, è capace di fare delle curve strettissime proprio come quelle che fanno i pesci che caccia. Su terra, si dondola maldestramente e ad ogni passo sembra sull’orlo del collasso.

Oltre all’aspetto comico del suo modo di camminare che è stato sfruttato ampiamente nei disegni animati, è soprattutto un modo di locomozione fisicamente assai stancante. Ecco perché nelle zone artiche certi pinguini adottano la tecnica più rapida di scivolare sul ventre.

Il pinguino Reale vive nelle isole subantartiche: le Isole Malvine, l’Isola Georgia del Sud, l’Arcipelago delle Crozet e le isole Kerguelen. Si nutre di calamari, pesciolini e krill.

Il pinguino saltarocce è presente nelle isole subantartiche: le isole Falkland, l’isola Tristan da Cunha, l’isola Heard e le isole della Nuova Zelanda. Anch’esso si nutre di calamari, pesciolini e krill. È un nuotatore abile che può superare i 40 km/h. È una specie vulnerabile.

Queste due colonie che coabitano ad Antartica vengono allevate a Marineland e si riproducono da ormai molti anni in seno al parco.

In entrambi i casi, è un vero successo degli animali: infatti, il fatto di ottenere la riproduzione dei pinguini reali in un ambiente artificiale era una sfida che è stata colta con successo dal team zoologico grazie alla creazione di uno specifico protocollo di allevamento.

Protocollo specifico di allevamento

Le uova dei pinguini vengono prelevate dagli addestratori al momento dell’ovideposizione per evitare ogni rischio di calpestamento (fenomeno frequente nelle popolazioni selvagge) e i pulcini vengono allevati dagli addestratori dopo la schiusa delle uova nelle incubatrici. Una volta che il pinguino giovane ha trovato il suo piumaggio di adulto, viene reintrodotto nella qua colonia per vivervi la sua vita d’uccello marino insieme ai suoi congeneri.

Per quanto riguarda l’allevamento dei pinguini saltarocce, le implicazioni sono tanto maggiori quando si tratta di una specie in via di sparizione nell’ambiente naturale. Particolarmente sensibili al riscaldamento globale e alla rarificazione della loro alimentazione nelle acque fredde, questi piccoli pinguini crestati hanno assistito in questo ultimo decennio al drammatico declino della loro popolazione. 

Oltre allo spettacolo davvero unico di questi pinguini che si occupano delle loro faccende quotidiane - che stanno nuotando, scalando rocce, accoppiandosi oppure si stanno esprimendo con forti gridi e il becco puntato al cielo - la visita si termina con una esposizione in cui vengono presentate le specie e le minacce che pesano su di esse nell’ambiente naturale.

Pinguini manchot o pinguini, quali sono le differenze?

Pinguini manchot o pinguini, che cosa li differenzia? I pinguini vivono esclusivamente nell’emisfero nord. Sono uccelli che volano. I pinguini Manchot hanno colonizzato l’emisfero sud e hanno perso la capacità di volare per cui le ali sono ormai atrofizzate. Inversamente, sono diventati perfetti nuotatori!