Pinguino saltarocce

Eudyptes chrysocome

Peso:

2,3 a 4,3kg

Dimensione:

40 a 58 cm
Uccelli
Pescivoro
Oceani e mari
Sud America
Oceania

Eventi interessanti

Come fare la differenza tra il manchot o pinguino maggiore e il pinguino? Una prima differenza si basa sulla ripartizione geografica: i pinguini maggiori o manchots vivono nell’emisfero sud mentre i pinguini vivono nell’emisfero settentrionale.  

Conservazione

Vulnerabile

Tra le 18 specie di pinguini esistenti, 6 specie di pinguini saltarocce si caratterizzano tutte per la presenza di creste di piume gialle su entrambi i lati della testa.  Il pinguino saltarocce ha una testa nera e massiccia. Il suo piumaggio è nero sul dorso e bianco sul ventre. 

Ambiente e comportamento

Il pinguino saltarocce deve il suo nome al fatto che si sposta con piccoli saltelli.  È un uccello gregario.  Esso vive in grandi colonie che condivide con altre specie di uccelli marini.  In ottobre, il maschio si mette alla ricerca di un sito di nidificazione. Esso costruisce il suo nido in cima delle scogliere.  Il nido è una semplice cavità circondata da piccoli ciottoli, ramoscelli e piume.  Quando il nido è pronto, la femmina raggiunge il maschio.  La coppia può restare unita per anni e tornare ad ogni stagione sullo stesso sito, ma se arriva dapprima una nuova femmina, il maschio si accoppierà con lei.  Dopo l’accoppiamento viene depositato in novembre o dicembre un primo uovo (alfa) di piccole dimensioni.  Quattro o cinque giorni dopo seguirà un secondo uovo (beta) più grande. L’incubazione dura dai 32 e 34 giorni. Il maschio e la femmina si alternano nella cova ogni 10-15 giorni. L’uovo  beta sarà più covato dell’uovo alfa, il che conduce in genere alla perdita dell’alfa.  Il pulcino ha la testa e il dorso ricoperti da una lanugine grigio-brune mentre il ventre è ricoperto di lanugine bianca.  I genitori si occupano del pulcino beta per 25 giorni. In seguito partono in mare per alimentarsi.  In questo tempo i pulcini si riuniscono formando una specie di asilo nido.  In febbraio, dopo 65-75 giorni di allevamento, i pulcini fanno la muta e prendono la loro indipendenza avventurandosi in mare. I giovani si riconoscono dalle loro piccole dimensioni e i ciuffi più corti e di un colore meno giallo vivo. La muta degli adulti ha luogo in aprile, dopo l’allevamento dei piccoli, e dura entro un mese e un mese e mezzo durante i quali non andranno in acqua per nutrirsi.

 

Predatori naturali

Squali azzurri (o verdesche), otarie orsine e foche leopardo aggrediscono gli adulti.  stercorario maggiore, procellarie giganti e gabbiani aggrediscono le uova e i pulcini.

Minacce

In certi siti, la popolazione è calata del 30% in quest’ultimo trentennio.   I motivi considerati di questo declino sono molteplici: pesca intensiva, malattie. La presenza umana è fonte anch’essa di disturbi, di riduzione dello spazio vitale e di introduzione di specie animali come il ratto e il gatto.