• manchot_humbolt
  • manchot_humbolt

Pinguino di Humboldt

Spheniscus humboldti

Peso:

3,5 a 5 kg

Dimensione:

65 a 70 cm
Uccelli
Pescivoro
Oceani e mari
Sud America

Eventi interessanti

Esiste una corrente di Humboldt, ossia unacorrente marina fredda, di superficie, nell'Oceano Pacifico. Mantiene una zona di alta pressione sulle coste del Pacifico e del Perù che impedisce l’arrivo delle piogge.  

Conservazione

Vulnerabile

Quando raggiunge l’età adulta, questo pinguino presenta un ventre bianco e un dorso nero come tutte le specie di pinguini.  La testa è nera con una specie di nastro bianco che parte da dietro agli occhi e scende fino alla gola.

Ambiente e comportamento

Il pinguino di Humboldt è un uccello gregario che vive in grandi colonie dove utilizza una ricca gamma di vocalizzi per comunicare durante le parate nuziali o durante le lotte tra individui. Non esistono veri e propri periodi di riproduzione. La femmina depone normalmente due uova che cova alternandosi con il maschio per una quarantina di giorni. I neonati sono ricoperti da una lanugine color grigio scuro.  Durante i primi due mesi di vita i pulcini restano con uno dei genitori. In seguito i genitori li lasciano per andare a pescare insieme. È verso l’età di 3 mesi che sbandierano le loro prime piume grigiastre, diverse da quelle dei genitori. È il segnale per cominciare a imparare a pescare. Ottengono il colore definitivo degli adulti dopo la prima muta.

Predatori:

Orca, foca leopardo, otaria, volpe, serpente, petrel gigante.

 

Minacce

La popolazione ha subito un forte declino nella metà del 19° secolo a seguito dello sfruttamento intensivo nel Perù e nel nord del Cile del guano proveniente dai siti di nidificazione più apprezzati dalla specie. Il guano è questo ammasso di escrementi di uccelli marini accumulatisi nei loro luoghi di vita.  È un concime naturale estremamente efficace, con un contenuto particolarmente alto di azoto, fosforo e oligoelementi. La popolazione è passata da centinaia di migliaia di individui a 16 000 o 20000 per calare ancora a 5000 e 6000 dopo il fenomeno El Nino del 1982 e del 1983. Altre minacce pesano sul pinguino di Humboldt come la pesca eccessiva, l’inquinamento e le perturbazioni dell’habitat.