Leone marino sudamericano

Otaria byronia

Peso:

130 a 350 kg

Dimensione:

1,5 a 2.6 m
Mammali
Pescivoro
Oceani e mari
Sud America

Eventi interessanti

Ogni anno, tra febbraio e  marzo, si svolgono nella penisola di Valdès in Argentina impressionanti scene di caccia. Infatti, i piccoli leoni marini si riuniscono in nido quando le loro madri partono a cacciare in mare. 

Conservazione

A rischio minimo

Come la maggior parte delle otarie, questa specie denota un dimorfismo sessuale assai marcato.  I maschi sfoggiano una criniera che gli vale il nome comune « leone marino ».

Ambiente e comportamento

Questa specie è piuttosto sedentaria e poligama.  L’harem è generalmente costituito da un maschio per 4-10 femmine.  Il maschio arriva sulla spiaggia circa due settimane prima delle femmine.  A seconda della topografia del posto difende il suo territorio in due modi diversi.  Se la spiaggia presenta recessi il maschio bloccherà l’uscita delle femmine o l’ingresso dei concorrenti tramite vocalizzi, posture e battaglie.  Se invece la spiaggia è costituita da una lunga striscia di terra/sabbia, la strategia del maschio consiste piuttosto a tenere le femmine lontane dall’acqua percorrendo in lungo e in largo la zona tra l’oceano e la spiaggia.  Due-tre giorni dopo il loro arrivo, le femmine mettono alla luce i piccoli che hanno portato in grembo durante un anno.  Sei giorni dopo il parto esse ovulano e si accoppiano nuovamente.  In seguito cominciano ad alternare periodi di 1-4 giorni in mare a cacciare, con 2 giorni a terra per allattare i piccoli fino a che questi arrivano all’età di 8-10 mesi.

Predatori

Orche, squali, foche leopardo

Minacce

Dopo diversi secoli di sfruttamento da parte dell’uomo della sua pelliccia e del suo olio, la popolazione del leone marino sudamericano si è fortemente ridotta. Oggigiorno, gli abbattimenti volontari da parte dei pescatori o le prese accidentali nelle reti dei pescherecci continuano a ridurre fortemente il numero di individui, soprattutto attorno alle Isole Falkland (Malvine) dove viene praticata la pesca intensiva.